Moglie Matura non mercenaria cerca sesso anale gratis

Vorrei che ci teneste a sapere che tra tutti gli incontri con donne sposate realizzabili e realizzati, io mi ritengo l’esempio e il pilastro portante dell’infedeltà. Ad ogni modo mi presento.

Mi chiamo Claudia, sono una calda infermiera sarda quarantacinquenne, sposata da venticinque anni e ormai stanca di un rapporto deleterio e noioso con mio marito.

Sono sempre stata fedele in passato, ma da due anni, approfittando della sua totale indifferenza, ho scoperto il gusto della trasgressione estrema e non riesco più a fare a meno di cercare storie di sesso con giovani amanti che riescano a soddisfare le mie voglie da donna matura e affamata di sensazioni forti.

Dopo anni di normali rapporti ho scoperto il meraviglioso piacere del sesso anale e non riesco più a farne a meno. Adoro sentire il mio culo trafilato da cazzi grossi e arrapati. Cerco piacevoli incontri per relazioni trasgressive ma sempre gratuite. Non sono una puttana, non mi piace ricevere in cambio denaro.

Offro solo il mio corpo e in particolare il mio bel culo sodo in cambio di tanto piacere e forti momenti di passione estrema. Sono una signora da scopare gratis. Aspetto maschi arrapati e vogliosi che sappiano soddisfare i miei desideri.

Tradimento per vendetta Ho iniziato a tradire mio marito quando ho scoperto che faceva altrettanto con me. Una donna calda e passionale come me non poteva subire questo affronto, e ho deciso di iscrivermi al sito ScopAmici. e ho iniziato a chattare con tanti uomini che non aspettavano altro di trovare una donna bella e vogliosa come me.

All’inizio ho provato l’esperienza del sesso in chat. Mi sono fatta coinvolgere dalla trasgressione di un ragazzo romano che mi ha acceso passioni e desideri nascosti. Abbiamo iniziato a fare sesso online con le videochiamate.

Aveva un pene enorme e solo a guardarlo mi eccitavo come una cagna. Passavo le mattinate davanti al pc a masturbarmi desiderando quel grosso membro tra le mie gambe.

Lui era particolarmente rapito dalla mia dal mio fondoschiena, sempre rotondo e ben curato e infiocchettato dalle mie mutandine colorate e amava fantasticare sulla mia professione di infermiera.

Mi obbligava ad indossare il camice e a mostrargli il mio corpo caldo e soprattutto il mio culo. Una piacevole scoperta Abbiamo deciso di dare una svolta e ci siamo incontrati.

Era talmente tanta la voglia che ha preso il primo aereo da Roma e mi ha raggiunta in Sardegna. Quando ci siamo incontrati io non aspettavo altro. L’ho raggiunto in un albergo nei pressi della clinica dove lavoro come infermiera. Indossavo ancora il mio camice bianco, proprio come lui mi aveva sempre desiderata.

L’ho trattato come se fosse un paziente, anche se in realtà era impaziente la sua voglia di penetrarmi e farmi sua. E’ stata un’esperienza incredibile. Era già arrapato e voglioso e mi ha subito svelato il suo grosso membro.

Era ancora più bello e carnoso di quanto lo avevo visto e desiderato. La mia fica era già calda e bagnata per essere penetrata, ma non ho resistito a gustare il sapore della sua cappella calda tra le mie fauci. Non succhiavo un cazzo da tempo.

Ho lasciato scendere il suo uccello fin giù alla mia gola. Era talmente grande che la mia bocca non riusciva a contenerlo. Avevo ben altro per farlo, una fica calda e vogliosa che non aspettava altro.

Lo feci stendere sul lettino e iniziai a cavalcarlo come una maiala. Avevamo troppo desiderato quel momento e in pochi minuti raggiungemmo subito un fantastico orgasmo.

Ma il suo obiettivo era un altro. Voleva quello che aveva sempre desiderato. Il mio culo. Mi chiese di mettermi a pecora, e dopo avermi penetrata ancora iniziò a stimolare il mio culo.

Ero scettica perché non lo avevo mai fatto, ma era troppa la sua voglia di avermi ed era tanta la mia rabbia di tradire mio marito che non persi tempo e mi lasciai andare alle sue fantasie.

Dopo avermi fatta arrapare per bene e dopo avermi lubrificata con un olio che aveva portato con se, iniziò a penetrarmi il ventre, prima dolcemente, poi, visto il mio piacere iniziò a sfogare tutta la sua passione con una forza incredibile fino a sfondarmi il culo tra le mie urla di un piacere che non avevo mai creduto di poter provare.

Ritornai in clinica sfinita ma felice e appagata. E’ stata davvero una piacevole scoperta, amavo il sesso anale e non lo sapevo. Da quel momento non riesco più a rinunciare al rapporto anale cerco storie di sesso per sfogare tutto il mio piacere. Aspetto maschi vogliosi e appassionati di sesso anale e desiderosi di rendermi felice

Share

10
Lascia una recensione

avatar
9 Comment threads
1 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
9 Comment authors
Giovane sardoBull AppassionatoYouupieroFederico Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Giovane sardo
Ospite
Giovane sardo

Mmh, sono un giovane sardo e mi piacerebbe avere un incontro con te. ragazzodellasardegna@gmail.com

+ +